Sanità: un italiano su due paga le cure di tasca propria

Sanità: un italiano su due paga le cure di tasca propria

Insurvisor

Nel 2016 più di un italiano su due (oltre 35 milioni) ha sostenuto le spese mediche di tasca propria, per un esborso complessivo di 39,5 miliardi di euro. Di questi soltanto il 13%, pari a 5 mld, sono stati 'intermediati' da forme sanitarie integrative.

Questo uno dei dati diffusi al convegno "Sanità tra Equità ed Equilibrio", organizzato dall'Associazione Aprom (Associazione per il progresso del Mezzogiorno) in collaborazione con Rbm Assicurazione Salute.

 

Un sistema sanitario sempre più insostenibile

Il quadro emerso dall'incontro, a cui sono intervenuti numerosi operatori di settore, dai medici ai farmacisti, alle strutture sanitarie, fino all’Istituto Superiore di Sanità, l’Istat, e alcune compagnie assicurative, è scoraggiante. E ha messo in luce come il sistema sanitario italiano stia diventando sempre più insostenibile e sta andando in un'ottica di sempre maggiore diversificazione.

 

Entro il 2025 spese in aumento di oltre 20 mld di euro

Le cause di questo trend negativo sono da rintracciarsi nell'aumento della longevità della popolazione unito all'evoluzione tecnologica e allo sviluppo di nuovi farmaci. Una dinamica che, secondo i relatori del convegno, sta mettendo sempre più a rischio la sostenibilità del sistema sanitario sia dal punto di vista finanziario sia in un'ottica di mantenimento di un'adeguata capacità assistenziale. Secondo le ultime stime della Ragioneria Generale dello Stato, infatti, da qui al 2025 saranno necessari dai 20 ai 30 miliardi di euro aggiuntivi.

 

Il Sud in seria difficoltà

Una situazione aggravata dalla crescente cronicizzazione delle malattie e che vede il sud in una posizione di netto svantaggio, dove si concentra il 12% della popolazione che non è in grado di curarsi e che non è più tutelata dallo Stato.

 

Servono nuovi modelli di servizi sanitari

Alla luce di questi dati emerge la necessità di identificare nuovi modelli organizzativi e di servizio che possano rispondere con efficacia ai nuovi bisogni di cura, grazie soprattutto a una regolamentazione equa delle forme sanitarie integrative.

 

 

Entra in Insurvisor!

Il primo social marketplace del mercato assicurativo

Non ci sono commenti per ora. Effettua l’accesso e condividi i tuoi pensieri!

Non perderti le prossime news

Inserisci il tuo indirizzo email.

Oppure iscriviti al feed rss
sss