Rc Sanitaria, le questioni da dipanare

Rc Sanitaria, le questioni da dipanare

Insurvisor

Quello della Rc Sanitaria è un tema caldo negli ultimi mesi, e non potrebbe essere certo diversamente dopo l'approvazione ufficiale della cosiddetta legge Gelli-Bianco. Non va infatti dimenticato che, tra le altre cose, la tanto discussa riforma dell'universo della responsabilità medica rivoluziona anche l'obbligo di assicurazione da parte delle strutture sanitarie e sociosanitarie sia pubbliche che private, obbligo che viene ripetuto anche per ogni singolo medico.

Cosa è cambiato con la legge Gelli-Bianco per quanto riguarda la Responsabilità civile

Come viene infatti specificato nell'articolo 10 della legge n.24/2017, tutte le strutture sanitarie e sociosanitarie hanno ora l'obbligo di avere una copertura assicurativa per la responsabilità civile verso terzi e nei confronti dei prestatori d'opera. Tali polizze devono andare a coprire i danni causati dal personale nel senso più generale del termine, andando quindi a comprendere anche chi fa ricerca clinica, chi fa attività di formazione o chi pratica la libera professione intramuraria o in regime di convenzione con il Servizio sanitario nazionale. Sempre nell'articolo 10 della legge Gelli-Bianco si specifica che ogni struttura è obbligata a pubblicare sul proprio portale in rete la denominazione della compagnia assicurativa prescelta.

Le assicurazioni dei medici

Per quando riguarda i singolo medici, invece, la riforma prevede che tutti loro debbano avere una polizza sanitaria di assicurazione di colpa grave laddove questi svolgano l'attività al di fuori di strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e privati, nonché nel caso in cui questi operino all'interno di queste strutture in regime libero-professionale.

La tavola rotonda di Assiteca

Insomma, le novità non sono certamente poche, e per questo la scorsa settimana, a Roma, si è parlato di Rc Sanitaria durante un incontro tra legislatori, istituzioni e operatori del settore organizzato da Assiteca. Dapprima si è cercato di fare il punto della situazione dopo 6 mesi dall'introduzione delle legge, la quale secondo gli intervenuti alla tavola rotonda sta restituendo segnali incoraggianti, anche se va sottolineato che sembra necessaria la ridefinizione della relazione tra assicurato, compagnia assicurativa e intermediario.

Le precisazioni legislative ad inizio 2018

Del resto neanche lo stesso processo legislativo è giunto al termine: Gelli ha infatti dichiarato che entro la fine di gennaio si avrà la disponibilità di un decreto attuativo pensato per definire e affrontare tutte le fondamentali questione assicurative che oggi lasciano dubbiosi i soggetti coinvolti, come per esempio i discorsi intorno all'ultrattività e retroattività delle polizze, nonché quelli riguardanti i requisiti minimi per assicurazione e autoassicurazioni.

Entra in Insurvisor!

Il primo social marketplace del mercato assicurativo

Non ci sono commenti per ora. Effettua l’accesso e condividi i tuoi pensieri!

Non perderti le prossime news

Inserisci il tuo indirizzo email.

Oppure iscriviti al feed rss
sss