Rc Auto: cosa si può detrarre dal 730?

Rc Auto: cosa si può detrarre dal 730?

Insurvisor

Chiariamolo subito, per chi non lo sapesse già: non è possibile detrarre l'Rc Auto dalla dichiarazione dei redditi, il cosiddetto 730. Questo non è più possibile dal 1 gennaio 2014, quando è entrato in vigore il Decreto Legge 102 che ha escluso la possibilità di dedurre le quote contributive al Servizio Sanitario Nazionale contenute nel premio.

 

Quali polizze si possono scaricare?

Eppure ci sono alcune polizze che è possibile in parte scaricare a fine anno: quelle sulla vita e sugli infortuni. Con alcune distinzioni importanti fra i contratti stipulati prima del 31 dicembre del 2000 e quelli stipulati o rinnovati a partire dal 2001 e tra quelli che prevedono il rischio di morte o invalidità permanente con indice superiore al 5% o non autosufficienza.

 

Lo spartiacque: prima e dopo il 2001

 

Entriamo nel dettaglio.

Nei contratti antecedenti al 2001 si ha diritto alla detrazione del 19% nel caso in cui:

  • La durata del contratto è uguale o superiore ai 5 anni
  • Il contratto non prevede la concessione di prestiti per il periodo di durata minima
  • Si tratta di una polizza su infortuni del conducente auto

 

Per i contratti stipulati o rinnovati dal 2001 in poi si ha diritto alla detrazione del 19% nel caso in cui:

 

  • Il contratto prevede il rischio di morte o un rischio d’invalidità maggiore del 5% o il rischio di non autosufficienza
  • Non è prevista la possibilità di recesso del contratto

 

Altre condizioni

In ogni caso, per poter detrarre queste spese dal 730, è indispensabile che l'assicurato e il contraente nel contratto figurino come la stessa persona. Mentre per quanto riguarda i beneficiari non c'è alcuna distinzione.

Entra in Insurvisor!

Il primo social marketplace del mercato assicurativo

Tags:

Non ci sono commenti per ora. Effettua l’accesso e condividi i tuoi pensieri!

Non perderti le prossime news

Inserisci il tuo indirizzo email.

Oppure iscriviti al feed rss
sss