Dall'ACI la mappatura degli incidenti stradali

Dall'ACI la mappatura degli incidenti stradali

Insurvisor

Con l'obiettivo di quantificare gli incidenti stradali e di localizzarli, in modo da identificare i tratti stradali più pericolosi, l'ACI ha pubblicato l'indagine “Localizzazione degli incidenti stradali 2016”. Dall'analisi, svolta su circa 55mila km di strade, emerge che nel 2016 sono stati registrati 36.885 incidenti, di cui 1.159 mortali e con un bilancio di 1.264 vittime e 59.886 feriti.


7,5 incidenti su 10 avvengono in città

Complessivamente, dallo studio risulta che 7,5 incidenti su 10 avvengono sulle strade urbane, 2,5 su quelle extraurbane e che gli incidenti sono in crescita su tutte le tipologie di strada (+2% autostrada, +1,2% extraurbane, +0,5% urbane). Il dato positivo riguarda le autostrade, dove il numero di morti (-10,2%) e feriti (-0,4%) sono in diminuzione.

 

La strada extra-urbana più pericolosa: Tangenziale Est di Milano

Accanto a questi dati generali, l'ACI mette in rilievo alcune fra le tratte stradali extra-urbane ritenute più pericolose, data la maggiore densità di incidenti registrati.

La A51 Tangenziale Est di Milano, nel tratto compreso tra i chilometri 10 e 12, è la strada dove si verificano più incidenti. Nel 2016 sono stati registrati 46 incidenti (23 incidenti/chilometro). Seguono la SS 036 del Lago e dello Spluga (19,5 incidenti/km) e la A4 Torino-Trieste (18,5 incidenti/km). 

Solo su questi tratti, il numero di incidenti è 7 volte superiore al resto della rete extraurbana.


Le strade più a rischio per le due ruote

I veicoli a due ruote (biciclette comprese) sono coinvolti nel 24% degli incidenti stradali. Con un indice di mortalità che è chiaramente molto più elevato di quello delle auto: più di 1,5 morti ogni 100 mezzi coinvolti in incidente, per motocicli e biciclette, rispetto allo 0,66 delle auto. 

Al vertice delle tratte più pericolose per le due ruote, c'è la SS 011 Padana Superiore, seguita dalla SS 009 via Emilia e dalla SS 233 Varesina.

Entra in Insurvisor!

Il primo social marketplace del mercato assicurativo

Tags:

Non ci sono commenti per ora. Effettua l’accesso e condividi i tuoi pensieri!

Non perderti le prossime news

Inserisci il tuo indirizzo email.

Oppure iscriviti al feed rss
sss